Futsalmarket 2020: Come sta il futsal marchigiano?

Pubblicato il da Notizie Sportive Potenza Picena

Futsalmarket 2020: Come sta il futsal marchigiano?
Futsalmarket 2020: Come sta il futsal marchigiano?
Futsalmarket 2020: Come sta il futsal marchigiano?

Care amiche e amici del futsal marchigiano, proviamo a rituffarci nel nostro amato mondo a basso rimbalzo con la prima puntata di Futsalmarket, una delle nostre rubriche più amate.

Focus oggi puntato sullo status dei club marchigiani di futsal. Come sta insomma il calcio a 5 nelle Marche? Quante vittime farà il maledetto Covid-19?

Le risposte, si badi bene, sono tutte ufficiose. I termini per le iscrizioni sono posti dal 20 al 28 luglio per i campionati nazionali, dal 29 luglio al 25 per quelli regionali, dal 29 luglio all’8 settembre per i provinciali.

 

Iniziamo il nostro viaggio dal maschile.

L’Italservice Pesaro sarà dunque di nuovo in Champions. E vuole recitare un ruolo sempre più da protagonista sia in serie A che in Europa. La dimostrazione è l’innesto stellare di Cuzzolino, vecchia conoscenza del riconfermato Fulvio Colini.

 

In A2 il Futsal Cobà, in attesa di scoprire le carte sul mercato, ripartirà ancora da mister Campifioriti. Cambio della guardia invece sulla panca del Buldog Lucrezia. Non ci sarà più il Vate Osimani sulla panca dei cagnacci. Al suo posto Elia Renzoni, uno che ha scritto la storia del sodalizio gialloblu.

La Tenax ha in pratica la possibilità di scegliere a quale categoria iscriversi. Le classifiche finali dei gironi A e B di A2 sono sub iudice per le vicende legate a Sampaio e alla Lazio. Il sodalizio fidardense sta alla finestra. Una eventuale domanda di ripescaggio riporterebbe in automatico il team allenato da Roberto Gianangeli nella seconda categoria nazionale.

 

In serie B tutto il plotone marchigiano sarà regolarmente al via.

Regolarmente al via il decano Cus Ancona del confermato mister Battistini, il Corinaldo, l’Etabeta, il Futsal Askl, il Cagli con la novità di Vicenzo Anselmi al timone ed il Grottaccia alle prese con un ricambio generazionale tra giocatori e dirigenti.

A questo plotone si aggiungeranno le neopromosse Recanati e Futsal Potenza Picena dei riconfermatissimi Enzo Bargoni e Paolo Perugini. E quasi certamente il Montesicuro Tre Colli che effettuerà la domanda di ripescaggio e già sta facendo un mercato da campionato nazionale.

Quindi dovrebbero essere 13 le formazioni marchigiane maschili al via dei prossimi campionati nazionali. Con un +3 rispetto alla stagione precedente. E sarebbe un record…

 

Andiamo ora nei campionati regionali e provinciali.

In C1 le tre salite nel nazionale di cui sopra saranno colmate con le 3 promozioni dalla C2. Audax 1970, Potenza Picena e Futsal D&G sono pronte a presentarsi al gran ballo nel salotto buono del futsal regionale.

Tra le altre 11 aventi diritto dovrebbero esserci però 3 defezioni. Castrum Lauri e Pieve d’Ico hanno già fatto sapere di voler ripartire dalla serie D. L’Ostrense invece si accorperà al Casine dando vita al Città di Ostra. La neonata compagine gialloblu vuole partire dalla C2, sfruttando il titolo sportivo conquistato dal team allenato da Matteo Luzi la scorsa stagione.

 

Quindi i 3 posti vacanti in C1 saranno ad appannaggio di altrettante formazioni di C2. Necessario presentare la domanda di ripescaggio.

Tra le favorite per il salto al piano di sopra le seconde classificate. Se il Bocastrum sembrerebbe non aver intenzione di presentare domanda, il Cus Macerata lo ha già espresso pubblicamente, mentre ci starebbe facendo più di un pensiero l’Alma Fano.

Rimarrebbe allora un terzo posto disponibile che verosimilmente sarà di appannaggio di una delle terze classificate. Il Pietralacroce ’73 dovrebbe essere favorito sul Futsal Monturano nel ranking di questa fascia, con la Nuova Ottrano non interessata.

Tra le quarte piazzate il Castelbellino potrebbe presentare la domanda. Ma sembrano poche le chance degli orange del Gran Visir Roberto Pace. Tentar però non nuoce…

Il Montecarotto cambierà denominazione chiamandosi Monserra C5 unendo le proprie forze proprie con il Monserra.

Ha già dichiarato pubblicamente conclusa la propria attività il Montecassiano. Nubi ci sarebbero anche sulla Freely Sport e sulla Futsal Silenzi.

 

Se per completare l’organico della C1 serviranno probabilmente 3 ripescaggi, per completare quello di C2 si dovranno ripescare 5/6 società dalla serie D.

Biglietto di solo andata per la C2 dunque per le 5 seconde classificate più il Calcetto Numana, finalista di Coppa Marche. I rivieraschi del confermato e molto richiesto Magnifico Rettore Daniel Martin starebbero valutando l’ipotesi…

Per via del solo anno di attività il Sangiorgio non potrà fare domanda. Ma i ciutizens stanno pensando di salire al piano di sopra fondendosi con la Futsal Silenzi. In questo caso toglierebbero un posto nei ripescaggi.

Farà di sicuro domanda di ripescaggio la Polisportiva Victoria. E per il club cingolano sarebbe la prima volta assoluta in C2.

Ci sta invece pensando l’Anconitana, decana della D e mai salita al piano di sopra.

Ci sarebbe invece un po’ di nuvoloso sul futuro del Futsal Montegranaro. Speriamo che queste voci siano smentite…

 

In conclusione le defezioni nel futsal regionale e provinciale, tra sparizioni e fusioni, dovrebbero essere meno di quelle preventivate. E all’orizzonte potrebbero esserci addirittura almeno 6/7 new entry nei campionati provinciali. Si parla di nuove squadre tra Pesaro, Fano, Falconara, Torrette, Osimo e Ascoli. Nelle prossime puntate cercheremo di saperne di più, ma già solo queste sono belle notizie…

 

Se nel maschile nazionale è rosea, un po’ meno lo è nel femminile nazionale. E apriamo il capitolo del futsal rosa.

Il Città di Falconara, alle prese con le squalifiche del presidente Bramucci ed in vista di un probabile riassetto societario, si sta muovendo in sordina. Ma comunque si muove…

 

Se la presenza del club falconarese in serie A è certa, il plotone dei club marchigiani in A2 dovrebbe assottigliarsi. Dai 4 dello scorso anno potremmo scendere a 2.

Il Futsal Prandone, stando alle ultime news, non dovrebbe infatti presentare domanda di ripescaggio e quindi farà ritorno nel regionale.

Chi ha invece dichiarato la chiusura della propria attività è la Dorica Femminile. Ma di certo Mirco Massa non uscirà dal futsal.  E allora dove andrà? Il popolare The One è stato avvicinato sia dall’Atletico Chiaravalle che dal Civitanova Dream Futsal. Tra i due litiganti potrebbe però spuntarla proprio il Falconara, per un ritorno che avrebbe del clamoroso…

 

In serie C diverse sono le new entry. Per la prima volta, dopo tanta attività amatoriale, Emanuele Trementozzi si affaccerà alla FIGC. Lo farà con la sua Boca Girls, approfittando anche della presenza di Emanuele Buzzanca, cavallo di rientro del nostro futsal. Benvenuto e bentornato!

Probabilissima anche la nascita di una nuova squadra a Torrette di Ancona, proprio approfittando della chiusura della Dorica. E si profila un altro rientro stellare. Quello di Paolino Giampaoli

Chi vuole affacciarsi al futsal femminile è il Cus Ancona. Il presidente Francescangeli ha comunicato al suo entourage di avere questo desiderio. E sarebbe davvero bello che una delle società capofila del nostro movimento aprisse anche una sezione in gonnella…

 

Insomma, chiudendo la parentesi dedicata al femminile, se qualcosa si perderà a livello nazionale, potremmo tornare a rinforzare la base del nostro movimento. E poco non è

 

In conclusione la stima della decrescita del 30% ipotizzata in pieno Covid-19 dal presidente Cosimo Sibilia parrebbe non trovare riscontro nel futsal marchigiano.

Ma ci piace sottolineare, visto il solito abbandono delle istituzioni, come questo lo si debba esclusivamente alla forza e alla tempra di un tessuto dirigenziale probabilmente senza eguali in Italia.

Perché ha già resistito al terremoto. E se ora superasse anche i postumi di questa maledetta pandemia, potrebbe diventare leggenda.

La leggenda del modello marchigiano.

Il miracolo marchigiano.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post