Intervista Promozione Serie B - Paolo Perugini

Pubblicato il da Notizie Sportive Potenza Picena

Intervista Promozione Serie B - Paolo Perugini

Qual è stata la prima emozione che hai provato all’ufficialità della promozione in Serie B?

 

“Sinceramente me l'aspettavo, perché ce lo siamo meritati disputando un campionato, seppur ridotto, ad altissimo livello.”

 
 

Visto l’importanza della notizia, ti ricordi dove eri quando l’hai saputo?

 

“Avevo già capito qualche giorno prima dell'ufficializzazione che saremmo stati ammessi alla categoria superiore, nel momento dell'uscita del comunicato ero e sono tuttora in vacanza all'estero.”

 
 

Ci puoi raccontare qualcosa di come si sta muovendo la società?

 

“La società si sta muovendo benissimo sia sul mercato sia nell'organizzazione logistica della prossima stagione.”

 
 

Hai qualche timore per questa nuova avventura?

 

“Assolutamente no, stiamo allestendo un roster all'altezza della situazione che può ben figurare in serie B.”

 
 

Alla serie B è legata anche la partecipazione al campionato di Under 19 nazionale. Anche questa una nuova bella sfida, cosa ne pensi?

 

“Sicuramente sì, i nostri ragazzi potranno confrontarsi con le migliori espressioni giovanili regionali e nazionali.”

 
 

Per quest’anno il Futsal Potenza Picena cambierà anche casa, si sposterà al Pala Principi di Porto Potenza. Una bella opportunità vero?

 

“Un bellissimo Palasport con una nuova e moderna pavimentazione e misure molto grandi ci permetteranno di esprimere un futsal dinamico e spero piacevole.”

 
 

Cosa ti aspetti dal prossimo campionato di serie B, quali sono gli obiettivi stagionali?

 

“Gli obiettivi sono quelli di ben figurare contro qualsiasi altra squadra ci confronteremo; il posizionamento in classifica dipenderà da come sarà composto il girone.”

 
 

Tre dediche per questa promozione?

 

“Dedico la promozione per primo al gruppo giocatori e staff tecnico per l'impegno e la dedizione, poi alla società e ai tifosi che ci tenevano tantissimo a questo risultato, infine ai miei figli che mi hanno sempre seguito e sostenuto in tutte le partite giocate.

 
 

Grazie mille”

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post