UN PARZIALE BILANCIO

I NUMERI

Cinque giornate dal termine. E prime considerazioni sul rush finale del campionato. Il Cagli, dopo l’ultimo allungo, aspetta di festeggiare e sfodera sui social una canzone riassuntiva (meravigliosa nda) destinata ad occupare a lungo la hit parade estiva. Capitolo playoff molto intricato con tante pretendenti e tanti punti ancora in palio. A stretto giro di contatto c’è anche la zona playout perché, a testimonianza di ciò, sono solo cinque i punti che separano il Montelupone (4°in classifica) dall’accoppiata Campocavallo-Potenza Picena (quintultime in graduatoria). Lo Sporting Grottammare, fanalino di coda, avrà la sua ultima spiaggia con l’Audax S.Angelo, penultima, per provare clamorosamente a riscrivere il suo finale. Intanto nell’ultimo turno tre pareggi tra cui un rarissimo 0-0 tra Futsal Potenza Picena e Futsal Pesaro. Un solo blitz esterno, quello del Pianaccio. Spettacolare la lotta per la classifica marcatori in cui dominano, a quota 37 centri, Maggioli e Banchetti. Chi la spunterà? Al momento è difficilissimo prevederlo…

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

Come successo nella gara d'andata Montelupone e Campocavallo si spartiscono la posta, questa volta con il risultato di 2-2. Un match dai tantissimi contenuti dove non sono mancate le emozioni e i colpi di scena dal primo all’ultimo minuto. Partono meglio i padroni di casa in vantaggio nel primo tempo con la rete di Canestrari. Nella ripresa il copione non cambia e il raddoppio non tarda ad arrivare grazie a Bacaloni. Poi viene espulso Giordano e i rosanero calano inevitabilmente. Gli osimani, dal canto loro, sono bravi ad approfittarne e, con Gravina prima e Censori (ad un minuto dalla conclusione) poi, si portano a casa un punto preziosissimo nella corsa alla salvezza diretta.

 

La sorpresa arriva da Jesi dove i leoncelli padroni di casa strapazzano 4-1 il Grottaccia e compiono un balzo in zona playoff. In pochi potevano aspettarsi uno scivolone della truppa Vagnarelli soprattutto in relazione al fatto che, sette giorni prima, a cadere per mano di Banchetti e soci era stata proprio la capolista Cagli. Pieralisi e i suoi ragazzi si confermano quindi formazione da non prendere assolutamente con le molle e in grado, in gara secca, di giocarsela contro qualsiasi avversario. Di Genangeli, Bartolucci, Guerra e Tittarelli le reti che griffano il successo salutato dall’ovazione del folto pubblico presente alla Carbonari. Jesi c’è e il momento difficile sembra superato.

 

Pareggio a reti bianche tra Futsal Potenza Picena e Futsal Pesaro nel match disputato al Palaorselli. Entrambe le formazioni, per tutta la durata del match, hanno provato ad incamerare l’intera posta in palio ma alla fine è stato il segno X a prevalere. Per i giallorossi è un punto che muove la graduatoria ma che non serve ad allontanarsi dalle sabbie mobili. Sponda pesarese, nonostante le assenze, si rimane aggrappati al quinto posto ma è fondamentale sapersi guardare anche alle spalle. Antenne dritte in casa FPP perchè nelle prossime ore potrebbero esserci grandi novità.

 

3-3 dall’alto contenuto emozionale in Sporting Grottammare – Fano. I granata vedono sfumare una vittoria esterna che li avrebbe proiettati ancor più in alto in classifica sfruttando il passo falso del Grottaccia. Merito dello Sporting fanalino di coda che, anche in questa occasione, ha dimostrato che nonostante la graduatoria l’atteggiamento non è certo quello rinunciatario. Dopo il vantaggio di Lini nella prima frazione, al rientro dagli spogliatoi si scatenano i fanesi sospinti da Stefano Chiappori (doppietta pregevole la sua). Sul parziale di 2-3 tutto lasciava presagire ad un blitz esterno prima della parola fine sulla gara messa dallo stesso Lini. Di Langiotti e D’Andrea le altre marcature.

 

Che vittoria per il Pianaccio versione corsaro sul campo delle Nuova Juventina. Nel 3-7 di Montegranaro c’è tutta la rabbia di una formazione che non ne vuol sapere di abbandonare il sogno C1 e che si giocherà, c’è da giurarci, fino alla fine le sue carte. Merito dell’imperatore Luca Dominici bravo a toccare le giuste corde dei suoi ragazzi nel preparare l’exploit al cospetto di Favetti e soci. Le firme sulla vittoria sono quelle di Andrea Rossi (tripletta), Bracci, Barbadoro, Ghetti e del portiere Denaro. Per i padroni di casa un altro stop importante in chiave salvezza dove le uniche note liete sono rappresentate dalla doppietta del solito Mancinelli e dal goal del sempre prolifico Ramundo.

 

Il Cagli piazza un altro mattoncino verso la promozione in Serie B. Alla Bombonera gli orange piegano un’eroica Audax S.Angelo che vende carissima la pelle prima di alzare bandiera bianca nel catino della capolista. Dopo il 4-0 della prima frazione, nel secondo tempo gli ospiti reagiscono portandosi fino al 6-4 conclusivo che rende onore ad una prestazione disputata, con notevoli assenze,  ma al massimo delle proprie possibilità. Nelle doppiette di Maggioli e Buroni c’è il marchio dei due bomber che hanno maggiormente inciso, sotto il piano realizzativo, in stagione e sono pronti al grande salto. Sponda rivierasca la classifica non sorride ma con questo atteggiamento nelle prossime gare si potrà certamente ambire a qualcosa di più.

 

Chi conquista punti importantissimi è il Castrum Lauri vittorioso 7-4 con il sempre ostico Pieve d’Ico. Nell’hangar di San Ginesio la truppa di Mauro Broda strapazza i dirimpettai e si esalta con i goal, ben tre, del cannoniere Jacopo Serantoni. Ad accompagnarlo sul tabellino dei marcatori Emanuele Salvi (doppio centro) e Leonardo Amadio tra i più prolifici dei maceratesi. Sponda Pieve il rendimento altalenante tra dentro e fuori si conferma e, in questo caso, ad evitare il KO non bastano neanche le quattro reti di Luca Paolillo. Un solo punto separa queste due squadre in classifica con tutti gli scenari ancora possibili.

Torna alla home